CONOSCIMI

La mia foto
"Mejo fidarse de na dona, che de un omo sensa peli."

mercoledì 29 dicembre 2010

günaydın Istambul!




puliamoci i piedi
pieghiamo maglie
e calze coprenti
stoffa per celare
seno sodo e gambe lisce

rullini per g u a r d a r e
tanti rullini
in una valigia verde acido



domani si parte
puliamoci i piedi.


sabato 18 dicembre 2010

sì come quella cui vento affatica...

l'abbagliante luce del sole, che il bianco della neve riflette
e un pensiero...

la liquidità è elemento costante
forse perchè d'acqua siamo fatti
o forse per il trasudare dei nostri corpiavvinghiati
come anguille .

mi hai salvato,
ancor prima del brevetto
e mi salvi...



acqua acqua acqua
che g h i a c c i a t a da un senso all'inverno
acqua acqua acqua
e la ritualità nella preparazione del the
acqua acqua acqua
in una vasca che si riempie
acqua acqua acqua
sulle mani insaponate che
fuocherello fuocherello
scivolano sulla pelle
scoprendone e ricoprendone ogni centimetro,
ogni millimetro...
Fuoco
i nostri c o r p i c h e s i c e r c a n o
si fondono
si mescolano
come l'acqua.

sabato 27 novembre 2010

Lu Xing (astro della prosperità), Fu Xing (astro della buona sorte) e Shou Xing (astro della longevità).

Prima o poi catalogherò tutte le costellazioni del tuo corpo.


("Sogni" Vittorio Matteo Corcos 1896)


carica d'eros mi lasci
e mi ritrovo viva
di ricordi
bagnata dalla pioggia che con te non mi bagna
colma e pregna di novità
rapita da una curiosità dimenticata
avvolta da una calda sciarpa
fasciata
cinta
ridente e sorridente

risvegli risvegli e ancora risvegli
anima e corpo
risvegli
e bruci
e brucio
epidermide e cuore

e le mie mani
e la mia pelle
e il mio corpo
si p e r d o n o in te
tra le costellazioni di nei
e quella cintura di Orione
che guida le mie labbra fino ai fianchi
e più giù
e tu ti perdi in me
che ti accolgo
accogliere
v.tr.
1 Sin. ricevere, ospitare, ricoverare;

e ti contengo
contenere
v.tr.
1 Sin. racchiudere, includere
liquidi e miscelati
noi
la giusta mistura
la ricetta perfetta.

martedì 23 novembre 2010

Infinita letizia della mente candida!

cuore in Salute...


...accade certe volte,
è accaduto,
accadrà ancora, insieme.
sorrisi,
sorrido,
ti sorriderò ancora
ogni risveglio
ogni sbadiglio
ogni goccia
ogni r e s p i r o
ogni battito di ciglia
le tue, lunghe
sembrano bagnate.



gratitudine a un qualcosa
che è troppo grande
e troppo piccolo
che è e non è
ma c'è
perchè
ci sei ci siamo.
fino ad Aprile ed oltre
fino a quando cambieremo restando sempre NOI.

martedì 16 novembre 2010

Io non so, se non che di te poss’io dire che in me sia avvenuto il simigliante.


a te piace il caldo,
lo so
ma come adoro questa PiogGIa
e l'odore che invade l'aria
di foglie
di camino
d'inverno

e come amo stare dall'altra parte del vetro
inCastrAta con te
scal da ta dalla tua pelle
bagnata dal nostro sudore
contemplando l'invidia delle foglie
fradice solo di pioggia.

domenica 14 novembre 2010

tu, piccolo infinito

orizzonti che si perdono
indefiniti
annebbiati
come il paesaggio fuori dalla mia finestra
annebbiato
colorato d'arancio, come piace a te
e fuori
e dentro
odori freschi
bagnati

minuscole gocce che dal tuo mento
pre ci pi ta no
scivolano
s c o r r o n o sulla mia pelle
coperta dal tuo corpo nudo
raccoltoaccoltocontenuto




familiare onnipresente umidità
da un'unica differenza:
fuori
di fantasmi e scheletri e sagome
dentro
di pelle e consistenza, in una danza di liquido piacere.

AMORE.

martedì 9 novembre 2010

ScarsaMente contro le banalità

è una NECESSITA' che ho
di alienarmi da tutte la chiacchere del mondo
di sciogliere i miei muscoli
e di strizzarli sul tuo corpo
come un lenzuolo pregno di sudori
di dedicarti anche un minuto al giorno
quasi avessi paura che il non vederti
comportasse la tua inesistenza.
E poi m'interrogo sulla troppi,
che non esiste
e forse nemmeno le mie domande.


lunedì 8 novembre 2010

Ogni giorno come il primo giorno.




Non scrivo tutti i giorni
anche se il nostro amore continua
tutti i giorni

non scrivo tutti i giorni
perchè ho paura dei miei timori
perchè so che cambie
uno di questi giorni
e cambie
non scrivo tutti i giorni
anche se ogni giorno è una piccola battaglia
e un piccolo traguardo superato
perchè da un po' di giorni
la pioggia riga le mie guance e bagna i miei vestiti
scaldati e asciugati dal tuo abbraccio
perchè sono UMANA
e temo
e tremo
ma in fondo
ogni giorno è come il primo giorno
e mi basta uno sguardo
per sentirmi come la prima volta.

domenica 31 ottobre 2010

Prima storia, che tratta dello specchio e delle schegge

Oggi è un tempo da fiaba
e da camino
e da coccole...







Guarda, adesso cominciamo, quando saremo alla fine della storia ne sapremo più di quanto ne sappiamo adesso, perché qui si parla di uno spirito cattivo, uno dei peggiori, "il diavolo". Un giorno era proprio di buon umore, perché aveva costruito uno specchio che aveva la facoltà di far sparire immediatamente tutte le cose belle e buone che vi si rispecchiavano, come non fossero state nulla; quello che invece era brutto e che appariva orribile, risaltava ancora di più. I più bei paesaggi sembravano spinaci cotti, e gli uomini migliori diventavano orribili o stavano schiacciati a testa in giù; i volti venivano così deformati che non erano più riconoscibili, e se qualcuno aveva una lentiggine, allora poteva essere ben sicuro che questa si sarebbe allargata fino al naso e alla bocca. Era straordinariamente divertente, diceva il diavolo. Se c'era un pensiero pio e buono questo nello specchio diventava una smorfia, così il diavolo doveva per forza ridere della sua divertente invenzione. Tutti quelli che andavano a scuola di magia, perché lui teneva una scuola di magia, raccontavano in giro che era successo un prodigio: adesso finalmente si poteva vedere, dicevano, come erano veramente il mondo e gli uomini. Corsero intorno con lo specchio e alla fine non ci fu più un solo paese o un solo uomo che non fosse stato deformato nello specchio. Ora volevano volare fino al cielo per prendersi gioco degli angeli e «di nostro Signore». Più volavano in alto con lo specchio, più questo rideva con violenza: riuscivano a malapena a tenerlo; volarono sempre più in alto, vicino a Dio e agli angeli; a un certo punto lo specchio tremò così terribilmente per le risate, che sfuggì loro di mano e precipitò verso la terra, dove si ruppe in centinaia di milioni, di bilioni di pezzi, e ancora di più. E così fece molto più danno di prima, perché alcuni pezzi erano piccoli come granelli di sabbia, e volavano intorno al vasto mondo, e quando entravano negli occhi della gente vi rimanevano, così la gente vedeva tutto storto, oppure vedeva solo il lato peggiore delle cose, perché ogni piccolo pezzettino dello specchio aveva mantenuto la stessa forza che aveva lo specchio intero. A qualcuno una piccola scheggia dello specchio cadde addirittura nel cuore, e questo fu veramente orribile: il cuore divenne come un pezzo di ghiaccio. Alcune schegge dello specchio erano invece così grandi che vennero usate per farne vetri da finestra, ma non era il caso di guardare i propri amici attraverso quei vetri; altri pezzi diventarono occhiali, e questo fu proprio un male, quando la gente metteva gli occhiali per vedere meglio e per essere obiettiva. Il maligno rideva tanto che lo stomaco gli ballava tutto, e gli faceva il solletico. Ma fuori volavano ancora piccoli pezzi di vetro nell'aria. Ora sentiamo cosa accadde.

(Tratta da "La regina delle nevi" di Hans Christian Andersen)

giovedì 28 ottobre 2010

non è melensa monotonia.


FE-LI-CE
che soave suono
vivo e radicato nel petto
rullare di cuori
cangiare di sorrisi




odore di me
tra le tue lenzuola
e tra le pieghe della tua pelle
quando ti muovi.

Non sei mai abbastanza
ma non scompari mai.

mercoledì 27 ottobre 2010

sorrisi perenni

liquidi corpi
mielosi pensieri
arrossisci le mie guance
e dai brividi alla mia pelle
il mio Unico



siamo davvero noi:
Ogni volta, come la prima.

lunedì 25 ottobre 2010

sta notte dormo in un singolo.

menopause familiari

IN-TOL-LE-RAN-ZE.



che il vento, che pulisce l'aria,
non mi rubi il tuo odore!


dimmi che sei nascosto sotto al mio cuscino.

martedì 19 ottobre 2010

"e chi ti dice che io ti avrei lasciato stare?"




c'è un serpente nei miei pensieri
ci sono farfalle nel mio stomaco
c'è il serpente che scende alla gola
e le farfalle bruciano al cuore
rosso di passione e voglie

sono attanagliata dal desiderio di bruciare anche il serpente
che cova uova di dubbi e ripensamenti nei corpi degli amanti
non è peccato il serpente
non peccatori gli amanti

bruciare e soffiare via i resti
perchè non c'è sbaglio ne peccato nell'innamorarsi
nello spogliarsi e mostrarsi all'altro
nuda di tutte le maschere e le difese quotidiane
nuda e solo piena di lui
sorridendo ai suoi occhi.

domenica 17 ottobre 2010

La posizione del leolce

Inquietudini dai fondamenti ben celati
cambiamenti ed evoluzioni
inevitabili
temuti
ed attesi
ed inaspettati
sorrisiesguardi
patinedombre a preoccupare
quando si è troppo felici da abbassare tutte le maschere e le muraglie e le lance,
si è invece sempre armati e con le navi cariche di provviste in attesa di una guerra
di una siccità.
quando si è troppo felici ogni piccolo cambiamento crea scompiglio
come sotto ad una lente d'ingrandimento,
esposti alle bruciature,
dove anche una pulce è leone
o invece è microbo!
(da non voler vedere, ma che ammala al cuore)
paure contrarie
di sopra/sotto
di stra/dis
- VALUTAZIONE

INNAMORATO IPOCONDRIACO

"non finisce l'ossigeno, vero?"
"siamo protetti dal vento, vero?"

e schiene nude come scudo
e fiato sospeso per non alimentare il vento contrario
e fiato fresco che allevia il sudore delle pelli bagnate e fuse e aggrovigliate.
e labbra dischiuse e fiati di gemiti che fanno uscire ed entrare piacere
soffiano via tutti i timori.
e mani che si tengono e sorreggono i corpi e l'amore.

Siamo tutti stupidi ipocondriaci di fronte all'amore.



mercoledì 13 ottobre 2010

non c'è 2 senza t(r)e

confusa
inebriata

nel corpo
nei sensi
tutto è amplificato
tutto mi stordisce
come sott'effettod'innamormento
(èunadrogaconsigliataimalatidicuoretenerefuoridallaportatad'insensibilipuòcrearedipendenza)

paura e timori di necessità prolungata
paura e coscienza che non sarà sempre così
curiosità e voglia di continuare
di sapere
di vedere e viverla
tutt'intera
fino in fondo
fino ad una non fine
conscia della specialità
dell'unicità di noi
così noi
così me
perchè ogni volta è come la prima
perchè ogni nuova volta è un nuovo innamoramento

venerdì 8 ottobre 2010

La posizione del coniglio volante

Il profumo di un sorriso.

il profumo di un sorriso è il profumo filtrato della tua pelle
mischiato agli odori quotidiani
acri e dolciastri
d'alta marea
d'alghe
di sale

di pioggia
d'erba
d'inquinamento
che m'inebria quando meno me l'aspetto
e che mi è addosso e dentro.
è il profumo dei nostri baci
è il profumo delle nostre carezze
è il profumo degli sguardi
è il tuo odore mischiato col mio.
è il sudore e la saliva e gli umori ebbri di piacere

nel profumo del mio sorriso è riflesso il tuo sorriso.

nel profumo di un sorriso
intense e penetranti esplosioni
vortici lenti
e corpi bagnati.
il profumo di un sorriso?
noi.


domenica 3 ottobre 2010

odore di mare e brividi


vuota piena vuota piena vuota piena

svuota la mente
riempi il cuore
svuota i polmoni
riempi i ricordi
svuota le parole
riempi i baci
svuotatisvuotatisvuotatisvuotati
dai pensieri
svuotatisvuotatisvuotatisvuotati
dai dubbi
svuotatisvuotatisvuotati svuotati
e raccontavoi

cancella cancella cancella cancella i se
e se è andata così ci sarà una ragione
congiunzioni astrali e numeri perfetti

in fondo lo sapevi al primo sguardo
e nessuna doccia può levarmi l'odore
e nessuna goccia può lavarmi la saliva sulle labbra
RASSICURATI
e aspetta la prossima volta
come la prima

mercoledì 29 settembre 2010

anguille e sorrisi e attese











SILENZIO SCARAMANTICO

TUTT'INTERO

domenica 19 settembre 2010

Perdona.

Si è vero che volevo suscitare una reazione, ma non so perchè.
Volevo essere letta, ma non voglio essere insidia.
Scusami, perchè hai ragione e capisco la tua esasperazione, ma non volevo ferire.

ho solo un momento no, e volevo sfogarmi.
ma me la sono presa con le persone sbagliate.
percui, perdoname.
Non era una ricerca.
solo una provocazione sciocca
una stupida sfida.

I problemi ora sono i miei.
più nessun riferimento in futuro.
Prometto.

sabato 18 settembre 2010

constatazione poco importante in un momento in cui va più o meno tutto a rotoli...

Come tristemente si ripetono i rituali d'amore
nell'amara assenza di personalità
nella soffocante asfissia dei medesimi gesti

Mi ha sempre innervosito.
anche se ormai è una lontana constatazione corsa lontano.


c’mon Tell me

VERDE


mai stata cosi' vicino al mostro,
e di mostri ne sto studiando
e di altri ne ho incontrati davvero
ricordi di ciccatrici di ricordi
questa volta è indefinito e indefinibile
mi stanca
mi
isola
deserta sotto le lacrime
e il vento che scompiglia i capelli corti
e i pensieri...

giuro non ci sono mai stata.

mercoledì 15 settembre 2010

mi rialzo da sola



vorrei poter piazzare una bella verde V a tutti quei
momenti
che mi hanno reso felice,
innamorata
poterli copiare e incollare all'infinito
Ctrl+C Ctrl+V
Ctrl+C Ctrl+V
Ctrl+C Ctrl+V
Ctrl+C Ctrl+V
Ctrl+C Ctrl+V...

dove più mi piace
dove ne ho bisogno
quando ne ho bisogno

ma non siamo fatti tutti con lo stampo
e nemmeno i momenti
ed è bella la spontaneità
è bella l'autenticità dell'attimo
di quella sensazione d'ebrezza che svanisce in un attimo
avrei solo bisogno di tanti attimi
di notevoli e numerosi attimi
di tante verdi V
di poter condividere traguardi e pesi con una bella verde V


domenica 12 settembre 2010

a na rabuka

stanca e perduta
in sogni inquieti
in apatiche serate
in notti spaventate























solita voglia d'evasione
di cambiamento
di sconvolgimenti emotivi
e d'emotivi incontri
di sogni di fate
di desideri non desiderati
di chiamate
di sguardi
di gemiti
e di lamenti.

condizionata.

si, lei si sta svegliando.

venerdì 10 settembre 2010

Voglia di piangere - un post ricco d'amore.

l'unico amore sano e sconfinato che abbia mai provato è quello per lui.

amo la sua incapacità d'odiare.

amore rudimentale e primitivo il suo,
un istinto di sopravvivenza,
ma sicuro e fedele.


Nei miei momenti di sconforto lui è la mia consolazione.

giovedì 9 settembre 2010

Vuoti di senso

ieri il mio secondo biscottino della fortuna mi rassicurava dicendo
"you have to go to the seaside"

poi non dormo
poi penso
poi mi arrabbio
poi ripenso
che spreco di tempo
che spreco di attenzioni
che tripudio d'inutile orgoglio
che rabbia!



ogni cambiamento è accompagnato da un nuovo taglio di capelli.


NON CI VOGLIO ANDARE IN SPIAGGIA!

domenica 5 settembre 2010

non deve piovere

Quand'è così....
NON CAPISCO NIENTE.


come complicare le cose.
sono un genio.

venerdì 3 settembre 2010

termine corsa

Indigestione
di nottatacce
di fitte
di mali che ti tolgono il respiro e il sonno
come un polipoavvinghiatoallaboccadellostomaco
ricolmo d'ansia

digrignare di denti
stitichezze

silenzi e inutili attese
e inutuli r o t t u r e di silenzi
con parole bianche e vuote.


"Scusi, ma ci conosciamo?"


sabato 28 agosto 2010

odiare la comunicazione

casa materna
oooooreeeee d' a r r i v o
familiarità

di vista
d'olfatto
di tatto
Ma dove il tempo si ferma
i miei occhi corrono
la mia testa corre
i miei pensieri corrono
lontano
kilometri lontano
dove tutto corre
dove anche lui corre
lontano da me.








da
CaRnEfIcE
a
CARNE.








l'ATTESA mi divora

e

l'ANSIA mi rosicchia le ossa.

lunedì 23 agosto 2010

quando un bambino ti manda al diavolo

DISPIACERE.



staremo a vedere...

sabato 21 agosto 2010

certo, un po' di dispiacere...

richieste d'aiuto ignorate
itnemiglovopac
silenzi
sempre silenzi.
Io non chiedo bugie
e il silenzio non evita bugie
il silenzio non è la giusta soluzione
- se soluzione è uguale ad intesa -
il conforto tappa il silenzio
le parole zittiscono il silenzio.
l'egoismo no.
l'orgoglio no.

fino all'ultimo si spera
e quando non c'è più niente per cui sperare
si cambiano speranze.






cosa rubi di me?
niente,
penso.
qualche speranza mal riuscita forse.
di quelle speranze che sai già esser nata male,
senza troppo sperare.

mercoledì 18 agosto 2010

love is an hourglass

NON VOGLIO CERVELLI IO
NON MI BASTANO I CERVELLI...
VORREI UN Cuore
E TRE parole sincere
O


VAI A FANCULO

lunedì 16 agosto 2010

L'altra metà della mela

Destinata a risposte silenziose,
su e giù col taxi alcolico.
sulla mia testa
meduse e polpi fluttuanti
pronte a calare ancore di tempesta
frasi che perplimono
amletici dubbi.
"esserci o non esserci?"
eppure il passato è alle spalle
il futuro è alla porta
e io dubito sulla maniglia.




L'altra metà della mela è perplessa.

F.C.




Tempo per pensare,
per riordinare le idee
rivincite e riscatti
unione
fusione
piacevoli sensazioni
di gratitudine.













la metà della mela è contenta

mercoledì 4 agosto 2010

La làmpara de Aladino

... "Eppure è stata,
è stata,

nessuna ora sua
è vanificata.
"


raccomandazioni all inclusive
sorprese
attese
e ultim'ore
balige
- odio -
e occasioni mancate
ma
accatastate
come nuovi libri da accatastare nel
:DA LEGGERE
o forse
:IN LETTURA
più probabile...
Spiriti e pulizie.
- odio anche queste -
ordine negli armadi.



"Vento di terra e vento di mare, bene e male contro l'uguale, ci sarà un gran finale con gran piangianza e gran ridanza, la guerra degli spiriti avanza."
(Stan Hakaleimekalahani)




mercoledì 28 luglio 2010

Assurdo,

assurdo...
ancora ci penso
e continua ad essere ASSURDO.
Cosaspettarsi?
seaspettarsiqualcosa...
meglio non aspettare.
assurdo,
continua a sembrarmi assurdo.




"Non è attuale per il secolo corrente ripercorrere le gesta di un uomo che escluse ogni pretesa di originalità. Appartenne a un'epoca che si sentì nel solco delle precedenti, tralasciando la presunzione di rappresentare primizia. L'originalità di un soldato, di un santo, di un artista sarebbero a loro sembrate tristi superstizioni.
I tempi che invece incitano ad essere originali, non generano uomini nuovi, ma concorrenti, individui che per distinguersi agiscono tutti nello stesso modo."

(Erri de Luca - Una nuvola come tappeto)


Ahi, quanto pensare!

SEICENTO.
centonove.
circa cinque.
Bene.

martedì 27 luglio 2010

DISGUSTO...

...sarà stato:

il Mc. Donald?
la tv estiva intelligente?
la melensaggine?
i fichi d'india?
l'happy end?
l'idiozia?
gli ultimi due giorni di lavoro?
il ritorno?
la stitichezza?
i pensieri?
le domande inappropiate?
meno nove?
una telefonata?



Chissachesognistrani, chissa!

mercoledì 21 luglio 2010

Quando ti scrivo scivolando vai via...

"toglietemi passioni, amici,
il riso del saluto,
ma non si può perdere quello che
mai in fondo si è tenuto
non si può perder niente se
niente si è mai avuto
"




Comune comprensione
Scottatiaccoppiati
e 4 secondi in uno scatto
e 4 secondi in un onda
e 4 ore e molte più tra frutta eassaggini
e tanta stanchezza
basta solo domani.
prospettive raggianti.

giovedì 15 luglio 2010

Smølfer & Estrumfes

VALE
CMQ HO FINITO,

per il momento...


... mare, vacanza e tanto ammore.

martedì 13 luglio 2010

Segni

No, nessuna debolezza
nessu raffreddore
e messaggi che feriscono
e che fanno pensare
come cambiano prospettive e visuali
DELUSIONE
di giustizia e rispetto parlane a qualcun'altro
basta con le giustificazioni.



PAZIENZA
la tregua si avvicina
tra qualche giorno si respira
intanto un profumo di Salmiakki invade la casa.
mi invade.

lunedì 12 luglio 2010

Vale

Come sono buffi 4 finnici in una piccola micra bianca.

Enjoy Venice




hyvää yötä

domenica 11 luglio 2010

Quale dei tanti? uno dei tanti...

Seguire consigli...
anche se buoni
nessun consiglio è mai seguito
teste contorte che abbiamo.
l'ho detto che ritorna
quando non sono serena...
quand'ho deboli difese...
quando non ho volontà se non evadere...
è un brutto raffreddore non manifestato
a me i raffreddori hanno sempre fatto star male più di febbre e malattie...

questo
mi spezza anima e cuore.
e torna ogni tanto
ritorna
angoscia raccolta in due mani
ansia raccolta in due mani.
bugie.
ma dopo il 15 passerà.
ho una medicina naturale
più naturale dell'omeopatia
si chiama...

Capossela?

Sola...
ma,



SEMPLICEMENTE MAGNIFICO!

basta questo.

sabato 10 luglio 2010

ma TU... sei eterosessuale?

sto guardando un film in spagnolo
lo sto guardando senza sottotitoli
lo sto guardando e lo sto capendo,

almeno credo
almeno il senso.


nessuna voglia di studiare oggi
evado dallo studio
spalmandomi sul divano a guardare film
ingurgito di tutto
commedie
commediole
storici truculenti
d'èssai
uno dopo l'altro.
aspetto le sette
o le otto
dopo andrò a vedere un concerto.
è una giornata in compagnia di me stessa
è una giornata in compagnia di Bruno giordano,
dei Morgan,
di Leonida,
dell'agente Cooper,
di Otto,
di Ana...
...più tardi farò compagnia a Capossela.

ma ora sono al Circulo Polar.




























ci sono stata un tempo
è stato triste
e ho guardato le stelle aspettando l'aurora per esprimere un desiderio che non si è avverato...
...non l'ho espresso!

giovedì 8 luglio 2010

ELAZOR

stanchezza
stanchezza
RESISTI
RESISTI
stanchezza...




e poi sta ritornando
ritorna sempre quando non sono serena
stimolatore d'infelicità
ma ho la soluzione!
mi hanno detto che dopo non torna più.

intanto mi faccio quattro fichi pugliesi
aspettandone kili di quelli campani.

Si, ora chiamo.

mercoledì 7 luglio 2010

dammi il viso che ho.

Tu devi amarmi con tutto il tuo cuore
o non darmi nemmeno un po’ d’amore.
Misera cosa è un amore
a metà:
non è né prigionia libertà.


È con l’anima che mi devi amare
oltre che con il corpo, lietamente,
o ad un’altra il tuo amore dedicare –
e me ne importerà meno di niente.



DEVI AMARMI COSì.

silenzio stampa.

lunedì 5 luglio 2010

Tarsilla Tettamanzi




"Era una ragazza monumentale, di ventidue anni, che era stata fotografata in costume friulano per una serie di cartoline colorate messe in circolazione al fine di propagandare i tesori e i pregi della regione. Nella cartolina dov'era ritratta la Olga, appariva infatti in evidenza quella che era ritenuta la dote del Friul, la quale secondo un detto popolare consisteva in panse, tette e cul, non avendo altro quella splendida terra, almeno allora, da esportare o da presentare al mondo."

(Piero Chiara)





ma Venga pure a prendere il caffè da noi.

DIMENTICAVO CHE non BEVO CAFFE'.



Stanchezza.
di tutto.
per tutto.

domenica 4 luglio 2010

Vita felix

adoro i temporali estivi
adoro la loro violenza
adoro i fulmini

adoro il loro tuonare iroso
adoro il flash dei lampi sulle nuvole nere




odio le attese.

Oggi...



Coltivo ANSIA .

sabato 3 luglio 2010

Preparo lo spazzolino

Ma perchè mi sento profondamente insoddisfatta?
e mi cola il naso.

Come quando ne gusti un po' di attesa

non ne puoi più fare a meno poi
perdi l'entusiasmo poi
perdi la tenacia poi
perdi la voglia poi
e ti abbandoni
rassegnata
ecco.





PREPARO LO SPAZZOLINO: STA SERA VADO A VEDERE Dente!

mercoledì 30 giugno 2010

Asssssurdità

Come sappiamo mentire bene
a noi stessi



speriamo che domani finisca
e in fretta.


a volte mi domando:
perchè non mi chiami?
Amore?

Causa ed Effetto

Causa ed Effetto
vita